Caricamento del contenuto ...
Navigazione
Account

Non ci sono prodotti nel carrello.

Negozio

Ritorna alla pagina precedente

12,00  IVA incl.

Tartufi Bianchetti al naturale

Ingredienti: Tartufo bianco (Tuber Borchii Vitt.), acqua e sale.

Peso sgocciolato 10gr.

Tartufo Bianchetto Savini…tutto il sapore del “diamante del bosco” come appena estratto dal suolo che l’ha nutrito e protetto. Conservata dal vetro, proprio come una volta, tutta l’inconfondibile fragranza del tartufo si sprigiona dai vostri piatti, trasformati in veri capolavori. Usate i tartufi al naturale per arricchire antipasti, guarnire pasta e riso, farcire la galantina, impreziosire insalate, insaporire uova e frittate, per dar grazia a pietanze di pesce o di carne, impiegandone il liquido quale condimento.

Descrizione

Descrizione

La storia della Famiglia Savini nel mondo del Tartufo risale agli anni ’20, quando Giuseppe Savini, contadino di Balconevisi (piccolo borgo sulle colline vicino San Miniato) ha come passione quella di andar per Tartufi col suo fedele cane.

Zone predilette erano le Colline Sanminiatesi (poco famose in quei giorni) che grazie alla vegetazione e al clima particolarmente favorevole rendevano quelle vallate fra le più verdi e fresche della Toscana e al tempo stesso comode perché vicine a casa. Un “passatempo” diffuso nelle campagne pisane oggi come allora, che insieme alla caccia, fanno la Toscana una regione apprezzata e visitata anche da abitanti di altre regioni. Giuseppe Savini era padre di 4 figli di cui Zelindo il terzo.Tartufi-Savini
Zelindo entra giovane a lavorare nell’allora Tenuta di Villa Saletta, vicino Palaia, come operaio.
Ben presto, col suo carattere deciso e sicuro , diventa un punto di riferimento per i Padroni e per il Fattore stesso. Questo gli vale la nomina a Guardia Caccia e oltre a tenere sotto controllo le Riserve della Tenuta era incaricato di portare gli ospiti dei Gambacastelli in giro per i boschi a trovare i posti migliori per permettere la caccia agli animali presenti.

La svolta si ebbe quando Zelindo con il primo ricavo ottenuto dopo un lungo periodo di compra-vendita di Tartufo decise di permettersi un regalo ovvero sostituire la sua vecchia vespa con un BSA 1000, moto molto ricercata e ambita a quei tempi!

Ma la tanto sudata e aspirata motocicletta con la quale Zelindo si aggirava per la Tenuta di Villa Saletta non andava giù al Padrone che convocandolo nel proprio ufficio gli intimò di disfarsi immediatamente del mezzo che nemmeno lui poteva “permettersi”. Ed ecco quasi come “un cane da tartufi” fiuta la svolta e decide non solo di non vendere la moto ma anche di abbandonare il posto di lavoro e cominciare la vita da Tartufaio a tempo pieno!

Compra un Negozio di Generi Alimentari con Bar annesso in località Montanelli, paesino nel Comune di Palaia vicino a Forcoli, punto di riferimento di Cacciatori e Tartufai per le colazioni all’alba o merende mattutine.

Passano gli anni, siamo agli inizi degli anni 80, la passione, l’esperienza è importante tant’è che anche i Tartufai che si aggirano nelle campagne Toscane fanno sempre più visita al Bar del Montanelli con i “fagotti” o le “pezzole” di Tartufi grandi, piccoli, rotti e il tempo che richiedeva era sempre maggiore! Luciano decide, in una approssimata cucina in disuso, di provare a cucinare i Tartufi piccoli e rotti (con un minor valore commerciale), in modo da ottenere delle Salse, Patè o Creme a base di Tartufo.

Anno 1984, inizia la produzione di 3/4 prodotti a base di Tartufo della Savini che segue in parallelo la commercializzazione del Tartufo fresco, ed ancora oggi la storia prosegue con i soliti metodi e la solita filosofia nel pieno rispetto del Tartufo.

Il 24 Settembre 2006 siamo tornati all’origine, dove abbiamo iniziato la nostra storia ovvero a Montanelli, dove portiamo avanti ancora oggi l’attività iniziata da Zelindo, oggi guidata da Luciano con la Sua Famiglia.

Tartufo Bianchetto Savini

Più Info

Informazioni aggiuntive

Peso 0.25 kg
Recensioni (0)

Reviews

There are no reviews yet.

Puoi essere il primo a commentare “Tartufo Bianchetto Savini”

La ricetta
Crema di Patate al Tartufo Bianco Ingredienti (per 6 persone) Patate 700 g Tartufo Bianco Crostini di Pane Tostati Sale e Pepe Scalogno Pepolino Olio Toscano Procedimento In una casseruola mettere l'olio toscano con lo scalogno, far rosolare e aggiungere le patate tagliate a pezzetti, aromatizzare con pepolino e unire del brodo vegetale. Portare a cottura, passare il tutto e aggiustare di sapore. Servire con lamelle di tartufo bianco e piccoli crostini di pane toscano abbrustolito.
Shipping & Returns

We ship worldwide. Please check our Shipping costs & returns policy.

Vai a inizio pagina

By using and browsing this website, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi